giovedì 20 febbraio 2014

RINFORZARE I CAPELLI


Per rinforzare i capelli preparate una lozione facendo bollire una manciata di radici di ortica in un litro di aceto bianco.
 Lasciare raffreddare filtrare e frizionare delicatamente il cuoio capelluto prima di lavare i capelli.
 Lasciare in posa 10 min. quindi fare uno shampoo.


CAPELLI OPACHI


Per i capelli opachi fate bollire in acqua una manciata di prezzemolo.
 Filtrare il liquido e frizionate i capelli dopo averli lavati. 
Diventeranno lucidi senza utilizzare prodotti artificiali. 
Un altro sistema e quello di utilizzare per l’ultimo risciacquo dei capelli
 acqua e aceto.


RISCIACQUO CAPELLI: RIMEDI


Se i capelli sono bianchi, fare l’ultimo risciacquo con un’infuso di camomilla. Se avete i capelli castani verranno ravvivati con una tazza di tè. 
Se avete i capelli neri, i riflessi verranno accentuati con 
un’infuso di foglie di edera fresca. 
Attenzione pero l’edera è una pianta velenosa.

Altro rimedi per accentuare i riflessi dei capelli scuri è l’infuso di foglie di noce. Invece se i vostri capelli non hanno struttura
 e risultano flosci utilizzare la birra.



PELLE MORBIDA

Per una pelle sempre morbida, preparate da soli la ball da bagno, 
quelle sfere effervescenti che rendono il bagno frizzante e profumato? 
Mettete in un tegamino 2 cucchiai di bicarbonato, 
un cucchiaio di acido citrico, due cucchiai di burro di cacao,
 10 gocce di olio essenziale (lavanda, gelsomino ecc);
 fate sciogliere il burro di cacao a bagno maria, togliere dal fuoco, 
lasciare intiepidire e aggiungere il bicarbonato,  
l’acido citrico e le gocce di olio essenziale; 
formate delle palline e lasciatele asciugare in un luogo asciutto, per 10 giorni. Potete fare forme diverse versando l’impasto nei contenitori del ghiaccio e conservarlo nel frigo.
 Quando si saranno consolidati avvolgere gli effervescenti 
in pezzetti di fogli di alluminio e conservare in frigo.

SAPONE FATTO IN CASA

Una della cose che vorrei imparare è fare il sapone in casa.
Ho visto farlo tante volte mia madre, e tante altre persone che conosco ma io non mi sono mai cimentata 
in questa impresa. 
La ricette sono molto diverse l'una dall'altra e questa l'ho trovata sul web. 

Ingredienti:

- 2 litri di acqua
- 100 gr di farina
- 250 gr di soda caustica
- 1 litro di olio usato di frittura
- guanti di plastica
- fogli di giornale per coprire la superficie di lavoro
- due ciotole grandi
- un frullatore
- formine


Preparazione:

Indossate i guanti, posizionate i fogli di giornale

 sul tavolo e aprite le finistre.

 A questo punto, in una ciotola, mettete 1 litro di acqua

con 100 gr di farina e mescolate bene, nell’altra mettete 1 litro di

acqua e 250 gr di soda caustica

 (non preoccupatevi se notate che il composto

 acqua-soda è molto caldo, è la giusta reazione chimica!).

 Frullate (evitando di respirare la soda!) e aggiungete il composto

 di acqua e farina

A questo punto unite l’olio, continuando a frullare. 

Travasate tutto negli stampini e aspettate 

che il sapone si indurisca.

Mettetelo quindi in un posto riparato e asciutto: 

dopo un mesetto circa avrete il vostro 

sapone fatto in casa!



(immagine web)

giovedì 6 febbraio 2014

FOCACCIA VENETA

Uno dei dolci che preferisco e la focaccia veneta.

 Soffice leggera è ottima  farcita  con la crema  ma anche senza
nulla, inzuppata nel caffè o nel latte per una buona colazione al mattino. 
Il procedimento però non è dei più facili.

Ingredienti:
lievito di birra - 15 gr. (per il 'lievitino') 

latte tiepido - 90 gr (per il 'lievitino') 
farina - 90 gr (per il 'lievitino') 
uova - 3 (3 uova medie.) 
burro - 150 gr. o 110 gr.
 (Per un effetto 'Pandoro': 50 per il primo impasto, 50 per il secondo 
e altri 50 da aggiungere alla fine della lavorazione
. Per la ricetta classica usate 50gr per il primo impasto e 60gr. nel secondo.) 
farina - 600 gr (usare un misto di 25% manitoba e 75% farina 00. 350 per il primo impasto e 250 per il secondo) 
zucchero - 190 gr. (110 per il primo impasto e 80 per il secondo) 
marsala - mezzo bicchiere (30 gr) 
estratto di cedro - c.ca 40 gocce (questo aroma è importante e non andrebbe sostituito con altro, le dosi vanno regolate in base al tipo di estratto) 
sale - un cucchiaino (c.ca 5gr.) 
vaniglia - qb

La Preparazione: 

fase 1: Si inizia a lavorare il lievito con il latte tiepido e i 90 gr. di farina.
 Ne risulta un impasto molto morbido. Far riposare c.a mezz'ora.

fase 2: Primo impasto con 2 uova, 50 gr di burro, 350 gr. di farina, 110 gr. di zucchero
 e si aggiunge il lievitino.
 Lavorare l'impasto c.ca 10 minuti finchè non risulta abbastanza liscio ed elastico. Far lievitare alcune ore finchè l'impasto non raddoppia di volume. Cercare di formare un ambiente caldo.
fase 3: Secondo impasto con: 1 uovo (oppure per l'effetto 'Pandoro' 2 tuorli), 60 gr. di burro (per l'effetto 'Pandoro' 50 gr.), 250 gr. di farina, 80 gr. di zucchero, marsala, cedro, vaniglia.
 Dopo averlo lavorato per qualche minuto unitelo al precedente lievitato. A questo punto aggiungere il sale e lavorare bene e a lungo. Ne deve risultare un impasto liscio ed elastico, se appare granuloso continuare a lavorarlo. A questo punto potete dividerlo in due per avere due focacce medie. Mettete l'impasto (o gli impasti) negli stampi e fate lievitare per la seconda volta a una temperatura di 25/27 gradi per alcune ore (da 4 a 6 ore a seconda della temperatura ambiente). 
Per l'effetto 'Pandoro', finita la lavorazione, aggiungete 50 gr. di burro a temperatura ambiente e lavorate la pasta finchè non sarà assorbito leggermente.
fase 4: Se la temperatura di lievitazione sarà stata favorevole vi ritroverete un impasto piu' che raddoppiato.

 Fate sciogliere un paio di cucchiai di zucchero (bianco o di canna) in poca acqua bollente. Quando si è intepiedito spennellare le forme e praticare un paio di incisioni con una lama affilata. E' ora della cottura. Infornate in forno caldo a c.ca 170 gradi per c.ca 35 minuti (almeno 45 minuti se si è prodotta una sola grossa focaccia). I tempi sono indicativi, sarebbe bene toglierle dal forno facendo prova con uno stecchino, non fidatevi solo del colore superficiale.
Gli stampi: ho provato ad usare degli stampi fatti con della stagnola (c.ca 3 fogli) appoggiandoli sul 'dietro' di una pentola e aggiungendo sul fondo della carta forno. Poi sono passato alle forme da Pandoro che danno una crosticina molto più apprezzabile.




RIMEDI PER CAPELLI

Biondi o bruni …più luminosi

Se i vostri capelli sono biondi, dopo lo shampoo, sciacquateli con acqua,
 a cui avrete aggiunto qualche cucchiaio di succo di limone. 

Se invece sono bruni o rossi, aggiungete all'acqua dell’ultimo risciacquo aceto di mele.

 Inoltre potete sciacquare i capelli con il caffè. 
Adatto per bionde e o brune, questo rimedio dona ai capelli 
una corposità e una brillantezza
soeprendenti.

CAMILLE ALLE CAROTE


CAMILLE ALLE CAROTE 

Ingredienti
zucchero, 200 g
carote, 230 g
uova, 2
farina 00, 300 g
latte, 100 ml
olio di semi, 100 ml
mandorle, 100 g
vanillina, 1 bustina
lievito per dolci, 1 bustina
sale, q.b.

Premessa
Le camille alle carote sono una ricetta originariamente creata da Mulino Bianco. La madre di un amico le ha rifatte a casa e devo dire che il risultato è eccellente! Probabilmente sono anche più buone di quelle confezionate visto che non contengono conservanti e quant'altro...

Preparazione
In un mixer mettete le mandorle e lo zucchero e tritate per bene, quindi aggiungete anche le carote già accuratamente lavate e spezzettate e continuate a tritare.
Ora metteteci dentro anche l'olio di semi, la farina, le uove intere, la vanillina, il lievito, il latte ed un pizzico di sale ed amalgamate il tutto.

Disponete il composto ottenuto su dei pirottini di carta ed infornate a 160° per 15 minuti. Godetevi ogni soffice morso!
Consiglio
Per pirottini piccoli non metteteci dentro più di 1 cucchiaio e mezzo di contenuto altrimenti le vostre camille si gonfieranno troppo.

mercoledì 5 febbraio 2014

NUTRIMENTO E LUCENTEZZA


Sciacquate i capelli ripetutamente prima di applicate lo shampoo.La maionese è un’ottima soluzione al problema dei capelli secchie sciupati: versate sui capelli asciutti, prima di lavarli, mezza tazza di maionese.
 Coprite la testa con della pellicola trasparente o carta stagnola,
 e lasciate agire per 15 min. 



CAPELLI

Trattamento all’olio

Inzuppate i capelli con olio di oliva, di sesamo o di mais.
 Mettete due salviette in acqua calda e strizzate bene.
 Coprite la testa con della carta stagnola, prima di applicare le salviette calde. Lasciate in posa x 20 min, quindi lavate i capelli con un ottimo shampoo ristrutturante.